Cantù, la Lega si prepara «Uno dei nostri come sindaco»
Il direttivo leghista: da sinistra Osvaldo Pelucchi, Maurizio Facchini, Riccardo Volonterio e Alessandro Brianza (Foto by Stefano Bartesaghi)

Cantù, la Lega si prepara
«Uno dei nostri come sindaco»

Il direttivo del Carroccio annuncia la strategia per le amministrative 2017: «Anchese non sarà un tesserato lumbard deve essere persona a noi gradita, siamo il primo partito in città e l’unica vera opposizione»

L’ha ripetuto più volte Riccardo Volonterio, segretario cittadino della Lega: «Il candidato del centrodestra alle prossime elezioni amministrative dovrà essere un leghista o comunque una persona anche senza tessera ma gradita a noi lumbard».

Volonterio parla dopo la definizione del direttivo cittadino e spiega che l’avviso agli alleati è motivato dal fatto che «La Lega è il partito che ha più voti e inoltre in Consiglio comunale si è sempre comportata come l’unica vera opposizione al sindaco Claudio Bizzozero e ai suoi alleati».

Altri dettagli sul numero in edicola sabato 2 luglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA