Cantù, la richiesta dei negozianti    «Via il Pinocchio per i lavori in piazza»
La statua dedicata a Pinocchio, attualmente in Largo XX Settembre

Cantù, la richiesta dei negozianti

«Via il Pinocchio per i lavori in piazza»

La proposta è per poter permettere il passaggio dei corrieri per il carico e scarico

A preoccupare i commercianti, sono i lavori in piazza Garibaldi: il restante taglio dei lastroni che partirà a fine luglio, in un punto vitale per la viabilità, quale la zona verso via Ariberto.

Da qui la proposta, utile per poter permettere il passaggio dei corrieri per il carico e scarico: smontare il Pinocchio gigante, rimontarlo in un altro punto, come potrebbe essere il parco di via Roma, permettere il transito ai veicoli autorizzati alle consegne, oltre che ai negozianti, verso via Matteotti, con la possibilità - sempre nel largo di fronte a Villa Calvi, al confine con la pedonale dello shopping - di due stalli per il carico e scarico.

A formulare la proposta è Alessandro Bolla, referente cittadino per Confcommercio Como. Il cantiere, appunto, è previsto per la fine di luglio. Praticamente certe le ripercussioni sulla viabilità, con le possibili deviazioni. Una faccenda che riguarda anche i furgoni di chi rifornisce di merce i negozi. Motivo per cui, già sin d’ora, anche consapevoli del periodo a cavallo delle due amministrazioni comunali, con la Giunta in attesa di essere nominata dal sindaco Alice Galbiati, i commercianti avanzano una loro idea.

«Con i lavori in piazza - spiega Bolla - via Roma diventerà a fondo cieco. E’ già capitato, in passato, di avere problemi con le consegne, che per noi sono fondamentali. Una proposta possibile è dare la possibilità ai negozi e ai corrieri di entrare in largo XX Settembre. Si potrebbe quindi smontare il Pinocchio, magari metterlo al parco di via Roma, come qualcuno aveva pensato».


© RIPRODUZIONE RISERVATA