Cantù, ladri tra via Arconi e Vighizzolo  Rubato persino il fiocco rosa sulla porta
La recinzione piegata dai ladri in via Baracca per entrare in una casa

Cantù, ladri tra via Arconi e Vighizzolo

Rubato persino il fiocco rosa sulla porta

In via Baracca sono stati gettati a terra dei vestiti per “attutire” i rumori della razzìa

Tutto: basta rubare. E così, via anche con il fiocco rosa appeso per la nascita di una nuova bimba. Via con la mazza da baseball. Via con i dischi, via con l’oro, via con i contanti.

È variegato l’elenco di quanto prelevato dai ladri nel loro instancabile girovagare sul territorio da un furto in appartamento all’altro. In qualche caso, i ladri hanno persino usato i vestiti presi dall’armadio come cuscino su cui ribaltare i cassetti, per attutire il rumore della loro presenza.

Ha creato una certa indignazione il furto di un fiocco rosa in pieno centro, nella zona di via Sant’Adeodato, vicino alla basilica di Galliano. Dall’altra parte della città: via Baracca, tra le frazioni di Vighizzolo e di Mirabello. In questo caso, i ladri sono arrivati giovedì sera. C’è il forte sospetto che qualcuno abbia aspettato l’uscita della famiglia. Dopo le 19.30, quindi, i ladri sono entrati in azione nella casa. Hanno scavalcato dal retro. E, dopo pochi passi nel giardino, hanno quindi forzato la portafinestra al piano terra. Dentro, con calma, hanno rovistato ovunque. Cercavano oro e contanti, confidano i derubati. Hanno sollevato un quadro nella speranza di trovare una cassaforte. Curiosa la modalità antirumore per non farsi sentire dai vicini: pavimento cosparso dai vestiti su cui ribaltare il contenuto dei cassetti.

Tutti i dettagli sul quotidiano La Provincia in edicola domenica 26 febbraio


© RIPRODUZIONE RISERVATA