Cantù, Pianella, quartiere che muore  Chiude un altro negozio storico
La zona Pianella, in centro a Cantù, ha visto chiudere parecchie attività negli ultimi anni

Cantù, Pianella, quartiere che muore

Chiude un altro negozio storico

A fine anno abbasserà le saracinesche Christofle delle sorelle Bargna: ha aperto nel 1958

Pianella che muore, Pianella che si spopola. Chiude a fine anno un’altra attività, il negozio Christofle delle sorelle Bargna, aperto nel 1958, chiuderà per sempre a fine anno. E così le titolari hanno realizzato una vetrina con le foto storiche del quartiere.

«Noi chiudiamo per raggiunti limiti di età – dice Paola Bargna che, con la sorella Franca, ha continuato la gestione dell’attività famigliare - Però il detto che campeggia nella vetrina “Niént in padèla, ma de cà in Pianèla” sta perdendo forza e vigore».

Chiudono attività, ma c’è chi lamenta l’assenza di una strategia complessiva per l’area. «Non si riesce a capire come mai quando si fanno manifestazioni si va a valorizzare soltanto la piazza centrale. Non si capisce perché mai non si svolgono iniziative che coinvolgano anche la via Dante o Largo Adua. Con il risultato che se chiudono la piazza per una manifestazione non lavoriamo più noi. Invece dovrebbero esserci forme di collaborazione, un calendario condiviso con gli esercenti. Così proprio non va, non c’è un clima di collaborazione» dice Paola Bargna. Uno dei problemi più sentiti da parte dei commercianti è sicuramente quello della mancanza di parcheggi.

Uno dei problemi più sentiti da parte dei commercianti è sicuramente quello della mancanza di parcheggi.

«Certamente uno dei problemi più sentiti in questa zona è quello della carenza di posti auto – aggiunge Franca Bargna – è il problema che ci segnala maggiormente la nostra clientela, insieme con quello del traffico sempre caotico, soprattutto nelle ore di punta. Vi è tutto un settore, quello del commercio che attualmente è molto trascurato».


© RIPRODUZIONE RISERVATA