Cantù, prima lo derubano  Più tardi provano a truffarlo
Un tratto di via Selvaregina, la zona dove i ladri hanno agito in due tempi ai danni di un anziano

Cantù, prima lo derubano

Più tardi provano a truffarlo

In via Selvaregina il primo tentativo dei ladri è andato a segno: sparita una collanina. Poi sono tornati fingendosi poliziotti con la refurtiva recuperata però sono stati cacciati

I ladri, nella stessa giornata, sono entrati in casa di anziano due volte. Prima, uno dei due malviventi è passato dal retro. Mentre la vittima, un settantenne, era in giardino. Il ladro ha frugato dappertutto e si è preso una collanina.

Poi, in due, all’esterno, si sono presentati poco dopo: hanno detto di essere poliziotti e con il pretesto di essere in possesso della refurtiva, si sono fatti accompagnare nelle stanze. Hanno girato per la casa insieme all’anziano, chiedendo dove fosse l’oro e si sono fatti portare sin davanti alla cassaforte. Ma il derubato non ha ceduto: ha detto che dentro c’erano soltanto dei documenti. I ladri se ne sono andati. Lui, appena ha compreso il rischio, ha sudato freddo.

È successo in questi giorni in via Selvaregina. Vittima, un pensionato. Probabile che l’abbiano tenuto d’occhio, come riferito da una persona che conosce la vittima del furto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA