Cantù, scuola di inglese nell’ex tribunale  «Va sgomberato entro il 31 agosto»
L’ex Tribunale di via Ginevrina da Fossano a Cantù ospiterà la scuola privata bilingue

Cantù, scuola di inglese nell’ex tribunale

«Va sgomberato entro il 31 agosto»

Maspero: «Firmato il contratto d’affitto con English Gate

L’ex tribunale da sgomberare entro il 31 agosto: il municipio dovrà lasciare libero l’edificio di proprietà comunale in via Fossano perché, e il contratto di affitto ora è stato sottoscritto, a partire dal 1° settembre prenderà possesso degli spazi English Gate, la scuola bilingue privata per bimbi e ragazzini. Non solo. Quanto lasciato nella pretura che fu dalle associazioni, verrà infatti trasferito in via Tripoli, in un’area di deposito. Mentre da qui verranno spostate, in via Cesare Cantù, altre attrezzature. Per realizzare il nuovo polo dedicato agli interventi di viabilità e manutenzione.

Per il Comune, è un’estate di grandi manovre. «Abbiamo sottoscritto giovedì il contratto di affitto con English Gate - dice il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Davide Maspero, Lega - e quindi in questi giorni ci siamo mossi pesantemente su tutti i fronti, perché la struttura dovrà essere consegnata entro il 31 agosto. Sostanzialmente dobbiamo liberare gli spazi della ex pretura. Abbiamo enormi quantità, sia di materiali che di suppellettili di diversa origine. Arrivano da uffici del Comune, piuttosto che dalle associazioni».

Ora l’ex tribunale avrà un inquilino. E il Comune potrà contare, a ricordare le cifre del bando, su un introito annuo che si aggira sui 200mila euro all’anno, come aveva spiegato l’assessore all’istruzione Alessandro Brianza, Lega, il quale era riuscito infine, insieme all’assessore al patrimonio Natalia Cattini, Forza Italia, a chiudere la trattativa con English Gate.

«All’ex tribunale sono già state effettuate una serie di verifiche su tutti i materiali - prosegue Maspero - abbiamo effettuato una scelta molto importante. Vogliamo infatti portare, liberando in questo modo quanto immagazzinato dal Comune, il materiale in via Tripoli». Nelle vicinanze del macello comunale.

Lo spostamento, nella serie di traslochi a catena, permetterà la realizzazione di un nuovo polo.

«In via Cesare Cantù - continua il vicesindaco - abbiamo trasferito la sede dei volontari civici. L’assegnazione dell’ex tribunale è stata fondamentale per portare a casa determinate scelte. Spostare i materiali di proprietà del Comune da via Tripoli a via Cesare Cantù, infatti, ci consente di avere un polo legato alla viabilità e manutenzione, grazie sia alla presenza dei dipendenti che a quella dei volontari civici. Volontari che ringraziamo ulteriormente, a partire da Aldo Stoppani: in questa operazione rappresentano un elemento importante. Tutto questo ci consente di avere una sede precisa dove dare indicazioni e dove gestire le forze e le attrezzature a disposizione della città».

«Proprio il fatto di aver sottoscritto il contratto - conclude il vicesindaco - è stato l’incentivo in più per far partire in anticipo questa iniziativa, in realtà altrimenti programmata per i prossimi mesi. Intanto, in questa prima metà di agosto, per l’ufficio lavori pubblici, a cui vanno i miei ringraziamenti, è già stata una metà di agosto molto intensa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA