Cantù, steward a vigilare sulla movida  I baristi: «Ma li abbiamo già»
Piazza Garibaldi affollata in occasione del mercoledrink

Cantù, steward a vigilare sulla movida

I baristi: «Ma li abbiamo già»

I gestori disposti a collaborare sulla sicurezza in piazza Garibaldi. respinta però l’idea di fare il Mercoledrink a settimane alterne

I baristi si dicono pronti a collaborare, ma con alcune precisazioni. Alcuni bar, almeno per la sicurezza sulla porta del locale, infatti, stanno già utilizzando gli steward. Il punto è capire, quindi, l’eventuale ruolo in futuro degli steward stessi.

Per la sicurezza di un’area circoscritta quale potrebbe essere piazza Garibaldi? Su questo, un po’ di scetticismo, da parte di qualcuno, non manca.

Il sindaco Edgardo Arosio ha ipotizzato anche un mercoledrink a settimane alterne. Possibile? Per chi ha creato il movimento del mercoledì sera, no. «Penso che sia impossibile - dice Massi Fontana, 7’s Joe Cafè - Diciamo a tutti di starsene a casa? È complicato anche soltanto poterlo comunicare. Comunque, troviamoci e parliamone: potrà servire per la prossima stagione».

All’indomani delle considerazioni del prefetto di Como Bruno Corda, sono alcuni baristi ad esprimere il proprio punto di vista. Tra questi, Fontana: l’inventore del mercoledrink. La scintilla del due per uno sui drink, pensata come modo per incontrarsi tra i ragazzi - Fontana aveva già detto come il senso sia non di bere il doppio, ma di poter offrire a un amico - è partita proprio dal 7’s, qualche anno fa.

Altre reazioni sul giornale in edicola domenica 27 agosto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA