Cantù, trovano i ladri nel giardino
Blitz sventato per la seconda volta

È successo in via Cervino: «Prima rumori al piano di sopra, poi li abbiamo scoperti in cortile. Ci hanno detto che loro abitavano nella zona e sono scappati su un’auto di grossa cilindrata»

Cantù, trovano i ladri nel giardino Blitz sventato per la seconda volta
Uno scorcio di via Cervino, dove sono stati scoperti i ladri

Si è trovata faccia a faccia con i ladri, appena saltati giù dal terrazzo di casa sua, e questi, con notevole sfrontatezza, hanno risposto di essere abitanti della via. Ma la giovane sapeva bene che non era così e si è chiusa in casa, mentre i due si sono dati alla fuga a bordo di un’auto di grossa cilindrata. Brutta avventura per una famiglia residente in via Cervino, che martedì sera all’ora di cena ha avuto la visita di due malviventi.

E non era neppure la prima volta, anche se per fortuna anche al secondo tentativo non sono riusciti a entrare. «Erano le 19 – racconta il padrone di casa – e stavo guardando la tv quando abbiamo sentito dei rumori. Così sono salito al piano di sopra». I ladri si erano arrampicati sul terrazzo sul retro dell’abitazione, passando da una piccola via laterale, e avevano già forzato l’imposta della porta finestra. Evidentemente, però, quando hanno visto accendersi la luce all’interno e hanno capito che stava arrivando qualcuno sono scappati.

«Mia figlia al piano di sotto – prosegue - ha aperto la porta e ha visto due uomini che cercavano di entrare nel giardino della casa dall’altra parte della strada. Ha chiesto loro chi fossero, cosa stessero facendo, e uno le ha detto “Mi chiamo Franco e abito qui”. Ma noi ci conosciamo tutti, per cui lei ha risposto “No che non abiti qui”, e poi si è chiusa in casa».

Nel frattempo il padre l’ha raggiunta al piano terra e si è affacciato, in tempo per vedere che i ladri scappavano a bordo di un’auto di grossa cilindrata – forse una Bmw o un’Audi – facendo perdere le proprie tracce. Troppo buio per capire di più. Potevano essere dell’est Europa, dall’accento colto in quelle poche parole. Solo un anno fa, ricorda, avevano subito un altro tentativo di furto, con le medesime modalità, alla medesima ora.

© RIPRODUZIONE RISERVATA