Cantù, ultimi weekend di piscina open  Da lunedì 14 settembre ripartono i corsi
La vasca interna della piscina comunale di Cantù. L'impianto è in concessione a Sport Management

Cantù, ultimi weekend di piscina open

Da lunedì 14 settembre ripartono i corsi

Si conclude domenica 6 la breve stagione estiva all’aperto, cominciata solo il 15 luglio. Ultimati i lavori interni per 80mila euro. In questi giorni sono in corso pulizia e sanificazione

È stata un’estate complicata per la piscina comunale – come un po’ per tutti –, cominciata in ritardo e quindi che già volge al termine. Ancora un paio di fine settimana soltanto, per le vasche esterne, e, se le previsioni non sbagliano, il primo, quello che comincia oggi, non promette nulla di buono. Dal 14 settembre, poi, si ricomincia con l’attività all’interno, riprendono i corsi e l’attività agonistica. Si ritorna alla normalità, insomma, per quanto ancora nel segno del Covid-19.

La struttura di via Giovanni XXIII

Tanto attesa e con una gestione complessa, a metà luglio era arrivata finalmente la riapertura della piscina comunale di via Papa Giovanni XXIII, riapertura che non era da dare per scontatata. L’annuncio era stato fatto da Sport Management e il termine non più derogabile fissato dall’amministrazione del 15 luglio era stato rispettato.

Dopo oltre quattro mesi da quel 4 marzo che vide serrare le porte degli impianti causa emergenza sanitaria, l’attività era ripresa, a fronte di un accordo che ha visto il Comune versare 23mila euro a sostegno delle spese sostenute per la riapertura. Un po’ alla volta, quindi, gli utenti hanno ricominciato a frequentare l’impianto. Ovviamente, alle condizioni imposte dalla convivenza con il Covid-19, non certo con i numeri delle estati passate, senza i ragazzini festanti del Grest. Ma la città non è rimasta sguarnita, e anche il giorno di Ferragosto chi non è partito per il mare o per i monti, quantomeno, s’è potuto concedere un tuffo.

Fino al 6 settembre il parco esterno resta disponibile, con l’unica incognita del meteo, che pure in queste settimane è stato clemente. Ma il veleno, come spesso capita, potrebbe essere proprio nella coda.

Dal 14 settembre, poi, si tornerà a poter utilizzare anche le vasche interne sulle quali in queste settimane sono stati avviati i lavori per l’intervento di sostituzione delle vasche di compenso, del costo di circa 80mila euro, a carico del Comune. In questi giorni sono in corso gli ultimi lavori di pulizia e sanificazione. Sono al via le iscrizioni ai corsi di nuoto e dal 14, appunto, si riparte dai baby agli adulti, con diritto di prelazione per i clienti già iscritti da ieri al 31 agosto e nuove iscrizioni dal 1 settembre.

Nelle scorse settimane si era sollevata anche la voce delle famiglie dei giovani atleti che praticano nuoto a livello agonistico, che a causa della chiusura non si sono più potuti allenare e quando è stato consentito riprendere l’attività sportiva hanno trovato rifugio alla piscina di Cermenate. Da parte loro c’era grande preoccupazione anche per la risoluzione dei contratti degli allenatori.

Corsi e agonisti alla ripresa

Sport Management aveva rassicurato sulla normale ripartenza di tutte le attività agonistiche a far data dal mese di settembre. E sia il nuoto che la pallanuoto e il nuoto sincronizzato si rimetteranno in vasca.

Silvia Cattaneo


© RIPRODUZIONE RISERVATA