Carnevale alla prima sfilata
A Cantù è sfida tra sette carri

Il via alla 94 a edizione inaugura anche il mese in maschera a livello provinciale

Carnevale alla prima sfilata A Cantù è sfida tra sette carri
CANTU - CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE SFILATA CARRI DI CARNEVALE 2020
(Foto di Stefano Bartesaghi)

Si alza oggi il sipario sull’edizione numero 94 del carnevale cittadino, il primo del Comasco a scendere in pista. Tutto pronto, ora non resta che sperare nella clemenza del meteo, perché la pioggia è l’unica incognita che gli organizzatori, l’Associazione Carnevale Canturino, non possono controllare.

Ma hanno preso le proprie precauzioni anche su questo versante, fissando quattro sfilate. Febbraio è tradizionalmente votato a maschere e coriandoli, e infatti si terranno tutte nel corso di questo mese, oggi e poi ancora il 16 e 23, quindi il gran finale sabato 29, Sabato Grasso, con la proclamazione del carro vincitore. Si salta un giro domenica 9, per evitare la sovrapposizione con la festa patronale di Santa Apollonia, in modo da non penalizzare nessuna delle due manifestazioni e non bloccare irrimediabilmente il traffico.

Protagonisti indiscussi i sette carri dei gruppi canturini.

A guidarli, il carro di Truciolo, maschera ufficiale del carnevale e della città di Cantù, rimesso a nuovo per l’occasione grazie alla collaborazione dei volontari degli altri gruppi. Si parte oggi alle 14.30 sull’anello corso Unità d’Italia-via Carcano, il percorso storico del corteo dei carri.

Servizio di navetta dai parcheggi periferici. Fermate dal centro commerciale Cantù 2000 - grazie all’accordo con Bennet -, dal parcheggio di via Caduti di Nassiriya e, stavolta, anche dalla stazione ferroviaria di Cantù Asnago, in coincidenza con l’arrivo delle 13.24, 13.54 e 14.24 dei treni da Milano,

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}