Carugo, altri furti al cimitero  «Spariti i fiori e gli angioletti»
Il cimitero di Carugo dove è avvenuto il furto

Carugo, altri furti al cimitero

«Spariti i fiori e gli angioletti»

«Spero che abbiano trovato un buon posto dove metterli»

Ancora furti al cimitero di Carugo. Nei giorni scorsi la denuncia, da parte di una signora, della sottrazione dalla tomba della mamma di un vaso di fiori e di alcune piccole statue.

“Piccoli” furti, per il valore venale delle cose sottratte che però “fanno male” alle persone coinvolte, visto che vanno a toccare, nel profondo, gli affetti più cari dei parenti scomparsi. «Per fortuna è la prima volta che succede a me - spiega una carughese - Ma so che si verifica spesso, in quasi tutti i cimiteri». “Mal comune mezzo gaudio”, recita un detto molto conosciuto, ma qui c’è poco da sorridere. Anche il camposanto di Carugo è entrato a far parte, suo malgrado, nella lista nera dei cimiteri presi di mira.

«Hanno portato via una pianta e gli angioletti, dalla tomba di mia mamma – così prosegue il racconto della donna carughese -. Spero che abbiano trovato un buon posto, a casa loro, dove metterli».


© RIPRODUZIONE RISERVATA