Carugo: il marito morto da poco   e lei progettava di risposarsi
I rilievi sul luogo del delitto dell’architetto Alfio Vittorio Molteni

Carugo: il marito morto da poco

e lei progettava di risposarsi

Daniela Rho: «Sono vedova. Posso fare il corso per fidanzati?»

Uno dei mandanti intercettato: «Brivio mi ha messo a fare lavori sbagliati»

La ricostruzione del delitto a Porta a Porta (IL VIDEO)

«Mi ha messo a fare dei lavori sbagliati. Ed è successa una cosa che non doveva succedere». Ben prima di confessare di aver preso soldi da Alberto Brivio per assoldare qualcuno a cui affidare il compito di perseguitare Alfio Vittorio Molteni, Luigi Rugolo, la guardia giurata in carcere con l’accusa di essere il trait d’union tra presunti mandanti ed esecutori dell’omicidio dell’architetto di Carugo, veniva intercettato al telefono in quella che secondo gli inquirenti vale come o addirittura più di una confessione.

È il 30 dicembre 2015. Alfio Molteni è morto da due mesi e mezzo. Luigi Rugolo da settimane tenta, invano, di mettersi in contatto con Brivio, il commercialista che gli avrebbe rappresentato il miraggio di un lavoro fisso per la ditta Armando Rho in cambio di quei «lavori sbagliati». E Daniela al telefono con la madre dice: «Dove dire all’avvocato se io vado a fare il corso fidanzati e mi sposo in chiesa sono a posto. Cioè sono vedova, sono a posto».

La ricostruzione del delitto nella trasmissione Porta a Porta (qui il video) di lunedì 10 ( a partire dalle 00,53)

i dettagli su la Provincia in edicola lunedì 10 ottobre


© RIPRODUZIONE RISERVATA