Casnate dà l’addio a Luisago  «Siamo avanti cinque anni»
Il consiglio comunale di giovedì sera a Casnate

Casnate dà l’addio a Luisago

«Siamo avanti cinque anni»

Sciolta la vecchia convenzione sulla Polizia locale, si farà capo a Cantù

Bulgheroni: «Non potevo abbassare la nostra eccellenza amministrativa»

Una sede unica, addestramento e disciplina unici e più pattuglie per creare una rete su un’area d’azione più ampia e potenziare il servizio. Questo lo scopo della costituzione del servizio associato di polizia locale con i Comuni di Cantù e Cucciago, che Casnate con Bernate ha approvato durante l’ultima seduta del consiglio comunale. Prima di questo passaggio, è stato votato favorevolmente il recesso della convenzione con il Comune di Luisago che, secondo il primo cittadino di Casnate Fabio Bulgheroni, non riusciva a rispondere a tutte le esigenze. Con Cantù alla testa, invece, il servizio sembra destinato a migliorare.

«La mia amministrazione ha faticato a far brillare questo settore e i risultati si vedono - ha spiegato il sindaco Bulgheroni – non voglio naturalmente criticare i comandanti che abbiamo avuto: l’apporto di servizi, però, non è sufficiente. Avevo scritto al Comune di Luisago ma non ho ricevuto risposte. Cantù, inoltre, ha un alto grado di professionalità e noi abbiamo bisogno di personale qualificato e specializzato. Non è sufficiente l’apporto del comandante di Luisago per lo standard di servizi che ci aspettavamo».

E prosegue. «Dal punto di vista amministrativo, con Luisago siamo su due galassie diverse. Noi siamo avanti cinque anni rispetto ad alcuni provvedimenti ma non è una critica, ognuno è libero di governare come meglio crede, non vedo però perché noi dobbiamo abbassare il nostro grado di eccellenza amministrativa. Ad onor del vero, questo tentativo di progetto con Cantù era già stato improntato nella precedente amministrazione. Perché proprio con Cantù? Loro sono il miglior corpo di polizia locale del nord ovest per numero di ore di impiegati, per servizi resi, per specializzazione, controllo del territorio, antidroga, anticrimine». (Daniela Colombo)

L’articolo completo su La Provincia di sabato 6 giugno

.


© RIPRODUZIONE RISERVATA