C’è lo scuolabus da decorare  Un concorso per le elementari
Lo scuolabus del Comune di Cabiate presto non sarà più solo giallo

C’è lo scuolabus da decorare

Un concorso per le elementari

Curiosa iniziativa del Comune di Cabiate riservata agli studenti di 3a, 4a e 5a

Ecco il tema: “A scuola con gli amici”. Dai disegni più belli le decalcomanie

Il giallo è il colore tradizionale della maggior parte degli scuolabus. Alla regola non si sottrae neppure quello di Cabiate. Ma l’omologazione terminerà fra un paio di mesi, quando le fiancate del veicolo, che è entrato in funzione all’inizio di gennaio, accoglieranno delle decalcomanie.

Però non le solite “trovate pubblicitarie” o quelle “abusate” con paesaggi anonimi, ma dei disegni. Molto particolari:gli autori sarannno infatti gli alunni delle scuole cabiatesi che racconteranno il loro modo di andare a scuola. Con un’attenzione particolare agli “spostamenti” ecologici.

L’amministrazione comunale di Cabiate e l’istituto comprensivo Don Milani hanno infatti indetto un concorso, riservato alle classi terze, quarte e quinte della scuola primaria Manzoni, per l’esecuzione di disegni. Il tema è “Vado a scuola con gli amici, in bus, a piedi o in bici e sono amico dell’ambiente”. Ogni classe potrà presentare al massimo quattro disegni e non è ammessa la partecipazione individuale. Il termine di consegna, è fissato per il 29 marzo prossimo.

Nei giorni seguenti si riunirà una commissione (composta dal sindaco Mariapia Tagliabue, dall’assessore all’istruzione Piergiorgio Colombini, da un dirigente scolastico dell’istituto comprensivo Don Milani, da un insegnante della scuola primaria, da un insegnante d’arte e immagine della scuola secondaria, dal presidente del consiglio d’istituto Don Milani in rappresentanza dei genitori) che dovrà indicare i disegni ritenuti più belli.

I migliori andranno a decorare le fiancate del nuovo scuolabus, «confortevole, elegante e super accessoriato», come l’ha definito il sindaco Tagliabue, entrato in funzione ad inizio gennaio, alimentato a metano.

«Una scelta che evidenzia l’attenzione particolare all’ambiente, che vuole dedicare la nostra amministrazione -dice il primo cittadino di Cabiate -. Anzi ci siamo dovuti “accontentare” dell’alimentazione a metano, non essendo in produzione un bus elettrico. Con il concorso vogliamo anche sottolineare che recarsi a scuola con lo scuolabus, il pedibus, a piedi o con la bici contribuisce ad inquinare di meno l’aria e ad alleggerire il traffico».


© RIPRODUZIONE RISERVATA