«Chiedeva l’elemosina  vicino alla chiesa a Cantù  Maltrattato dai vigili»
La chiesa di San Michele, dove è avvenuto l’episodio denunciato da Giacomo Bargna

«Chiedeva l’elemosina

vicino alla chiesa a Cantù

Maltrattato dai vigili»

L’accusa di Bargna: «Sono forti con i deboli» . L’assessore: «Hanno fatto il loro dovere»

A sollevare un caso in Consiglio comunale, sull’applicazione delle misure contro la questua molesta da parte degli agenti della Polizia Locale di Cantù, è il consigliere di minoranza Giacomo Bargna, Lavori in Corso.

Il quale ha riferito di un episodio, avvenuto in una domenica di giugno, nei pressi della chiesa di San Michele, a cui lui stesso ha assistito. Seppur, come affermato poi da Bargna a microfono spento, non vi sia stata alcuna violenza fisica da parte degli agenti, al consigliere i modi sono sembrati eccessivamente decisi oltre al fatto che i vigili hanno agito su proprietà privata e non avrebbero potuto, secondo Bargna. Il lavoro della Polizia Locale di Cantù viene difeso dall’assessore alla sicurezza Antonio Metrangolo, Cantù Sicura: «Gli agenti con correttezza fanno il loro dovere. Deve stare attento a non offendere la divisa»

».

© RIPRODUZIONE RISERVATA