Cinque Rolex sostituiti con  falsi  Denunciato il domestico
La caserma della Compagnia carabinieri di Cantù (Foto by archivio)

Cinque Rolex sostituiti con falsi

Denunciato il domestico

Imprenditori di Inverigo scoprono che gli orologi di marca che avevano in casa in realtà erano contraffatti. L’inchiesta dei carabinieri ha permesso di recuperarne quattro: erano stati nascosti a Verona

L’aveva studiato bene il colpo ai danni dei suoi datori di lavoro. Ingolosito dai cinque orologi Rolex che aveva trovato in casa e che pensava di poter rivendere al mercato nero, aveva cercato su internet delle repliche del tutto simili agli originali.

Aveva così sostituito gli orologi di marca con quelli contraffatti e l’avrebbe fatta franca, non fosse che il proprietario, di una nota famiglia di imprenditori locali, ad un certo punto, si è accorto che qualcosa non andava. E ha scoperto l’inganno. Ha denunciato il fatto ai carabinieri che, in pochissimo tempo, hanno identificato il responsabile del furto, il collaboratore domestico della famiglia derubata, e recuperato quattro dei cinque Rolex. Riavuta la refurtiva, gli imprenditori non hanno mancato di far arrivare il proprio grazie ai carabinieri «per la professionalità e l’abnegazione dimostrata».

«Intendiamo rivolgere, soprattutto in qualità di cittadini inverighesi, i nostri più sinceri complimenti ed un sincero ringraziamento all’Arma dei Carabinieri - si legge in una lettera - In particolare al comandante della Compagnia di Cantù, il capitano Gabriele Lo Conte, il comandante della stazione, maresciallo Gianfranco Mastroianni, nonché a tutti i carabinieri della stessa stazione, per la brillante operazione messa a segno, riuscendo, con abile intuito investigativo, a recuperare la refurtiva d’ingente valore sottratta all’interno della nostra abitazione». «Un ringraziamento pubblico e sincero al comandante provinciale colonnello Andrea Torzani, per la professionalità e abnegazione dimostrata nella circostanza dai propri uomini».


© RIPRODUZIONE RISERVATA