Consiglio comunale sulla ’ndrangheta  Cantù lo rinvia a inizio 2018

Consiglio comunale sulla ’ndrangheta

Cantù lo rinvia a inizio 2018

L’assemblea municipale non sarà in piazza Garibaldi e si terrà dopo quattro mesi dagli arresti.

L’idea è di aspettare. Per poter organizzare l’incontro sulla criminalità organizzata al meglio. Slitta ai prossimi mesi il Consiglio comunale aperto alla città sul tema ’ndrangheta. La volontà emersa all’interno delle forze politiche è infatti quella di poter contare su una personalità competente e autorevole come ospite. Il periodo scelto: gennaio. Il Consiglio, visto anche il momento di pieno inverno della serata, si svolgerà verosimilmente al Salone dei Convegni XXV Aprile di piazza Marconi. Comunque, a pochi passi da piazza Garibaldi. Quattro mesi dopo gli arresti.

A dare qualche dettaglio in più su quanto deciso, per il momento, in conferenza capigruppo, è il presidente del Consiglio comunale Mirko Gaudiello, Forza Italia. «Abbiamo preferito aspettare per poter avere un Consiglio aperto alla città che potesse essere interessante anche per i contenuti - spiega - contiamo sulla disponibilità di un ospite a gennaio. In che modo struttureremo la serata, è ancora da decidere insieme ai consiglieri comunali».

© RIPRODUZIONE RISERVATA