Contagiati sindaco di Figino  e assessore di Cantù
Il sindaco proverà a lavorare in remoto, collegato con il municipio

Contagiati sindaco di Figino

e assessore di Cantù

Moscatelli: «Sono a casa, isolato da 3 giorni. Ho rispettato le regole eppure sono rimasto contagiato». Il virus non ha risparmiato nemmeno Maurizio Cattaneo

«Sono positivo al Covid-19. Sono a casa, isolato da tre giorni, con i sintomi di un’influenza. Ultimamente ho sempre indossato mascherine Ffp2, mantenuto il distanziamento sociale ed una corretta igienizzazione delle mani. Ma questo virus è subdolo, evidentemente non è bastato. Invito tutti a mettere in pratica queste norme di base, anche se del Covid-19 forse sappiamo poco».

A dirlo, è il sindaco di Figino Roberto Moscatelli, che a La Provincia aggiunge alcune considerazioni rispetto al suo post pubblicato su Facebook ieri mattina, con cui ha reso note le sue condizioni di salute.

Proverà a lavorare da sindaco “in remoto”, con l’ausilio della tecnologia e della Rete.

Intanto, il contagio dilaga anche tra gli amministratori: nella vicina Cantù, è risultato positivo al Covid-19 anche l’assessore alla sicurezza Maurizio Cattaneo. Soltanto pochi giorni fa, era toccato all’assessore al patrimonio Matteo Ferrari, poi sulla via della guarigione. Cattaneo è a casa in isolamento, non ha febbre ma una generale debolezza da influenza.

Ancora in ospedale, invece, il sindaco di Capiago Intimiano Emanuele Cappelletti.

(Christian Galimberti)


© RIPRODUZIONE RISERVATA