Controlli anti prostituzione  E ancora droga nei boschi
Uno degli accampamenti smantellati nei boschi di Appiano Gentile

Controlli anti prostituzione

E ancora droga nei boschi

Imponente operazione dei Carabinieri di Cantù in tutta la Provincia: 180 verifiche sulla Novedratese. Hashish (e non solo) sequestrati ad Appiano Gentile con lo smantellamento di due accampamenti usati dai pusher

Un’operazione imponente, quella effettuata nell’ambito di un servizio coordinato dal Comando Provinciale di Como. La Compagnia Carabinieri di Cantù, supportata dalle Compagnie di Como e Menaggio e dal Nucleo Cinofili di Casatenovo (Lecco): controlli sono stati effettuati nei comuni di Cantù, Appiano Gentile, Lurago Marinone, Fenegrò, Lomazzo, Cadorago, Bregnano, Cermenate, Carimate, Novedrate, Mariano Comense, Arosio, Turate.

Il bilancio del servizio parte dal servizio di prevenzione della prostituzione su strada. Sulla Sp32 Novedratese che va da Arosio a Lurago Marinone sono state controllate oltre 25 prostitute. Attraverso posti di controllo, sono state identificate e 180 persone ed elevando 2 infrazioni per guida in stato di ebbrezza alcolica a carico di un cittadino italiano e di un domenicano, ai quali sono state ritirate immediatamente le rispettive patenti di guida.

Nei boschi del parco Pineta di Appiano, invece, sono stati rinvenuti 200 grammi di hashish e sono stati smantellati due accampamenti allestiti in maniera abusiva e improvvisata all’interno della boscaglia. In tali luoghi venivano accolti numerosi clienti tossicodipendenti per la cessione delle dosi del narcotico. A Cadorago è stata denunciata una ragazza di Como di 23 anni che aveva un foglio di via obbligatorio.

Non solo spaccio nelle zone boschive, ma anche nelle aree urbane. A Cantù denunciato un uomo di 31 anni trovato in possesso di oltre 130 grammi di hashish e marjuana. Nello stesso contesto sono stati segnalati 7 assuntori perché in possesso di sostanza stupefacente del tipo cocaina, hashish e marjuana per uso personale. Nel Comune di Appiano Gentile, denunciato un ragazzo di 19 anni, trovato in possesso di due piante di canapa indiana dell’altezza di 90 cm e 17 cm, custodite in un sottoscala e rivestite con carta alluminio.

E poi denunce per altri reati: un ragazzo di 29 anni di Lurago Marinone, classe 1989 nei guai per ricettazione; una comasca di 28 anni accusata del furto di un cellulare e di una fotocamera sottratti ad un esercizio commerciale di Fino Mornasco; un canturino di 41 anni trovato in possesso di un coltello con lama ricurva.


© RIPRODUZIONE RISERVATA