Cucciago, spacciava   nei boschi: arrestato
La zona boschiva di Cucciago, dove è stato effettuato l’intervento

Cucciago, spacciava

nei boschi: arrestato

Operazione dei carabinieri di Cantù, rimasti mimetizzati per ore in attesa dell’arrivo del venditore. L’uomo aveva cocaina, eroina, hascish e pasticche: ha provato a fuggire gettandosi nel torrente, ma è stato inutile

Sono rimasti per almeno dieci ore nei boschi. Non per cercare un po’ di refrigerio in una delle più calde giornate d’estate, ma in divisa da occultamento hanno atteso pazientemente che arrivasse l’uomo che aspettavano, sospettato di spacciare droga nella zona di Cucciago, verso la Valle Mulini, scendendo verso la stazione.

Alla fine la perseveranza dei carabinieri della stazione di Cantù è stata premiata: infatti, sono riusciti ad arrestare un uomo, originario del Marocco, che aveva con sé vari grammi di sostanze stupefacenti di vario tipo.

A dire il vero, quella che era stata allestita nei boschi di Cucciago, era un’attività evidentemente prolifica e l’uomo, 30 anni, irregolare in Italia, aveva con sé davvero di tutto, c’era solo l’imbarazzo della scelta: eroina, hascish, cocaina e benzodiazepine.

Ha anche cercato di scappare, buttandosi nel torrente lì vicino, ma è stato tutto inutile: i carabinieri lo hanno preso e arrestato.

Tutti i dettagli sul quotidiano La Provincia in edicola lunedì 2 settembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA