Duemila alla sagra della Protezione civile  «Così ci aiutano i canturini»
Tantissime persone nei giorni della festa al Campo Solare

Duemila alla sagra della Protezione civile

«Così ci aiutano i canturini»

Edizione da tutto esaurito al Campo Solare. Il coordinatore: «Grande affetto nei nostri confronti e spazio anche alla solidarietà per il paese di Muccia»

In duemila all’ultima grande festa popolare del Canturino, prima del Natale e delle manifestazioni di fine anno. Successo della decima edizione della “Sagra delle carni in umido”, al Campo solare. Organizzata dagli “Amici dei Volontari onlus” in collaborazione con la Protezione Civile di Cantù nella sede di via Giovanni da Cermenate: quest’anno la festa si è articolata in cinque giornate, da mercoledì 31 ottobre a domenica 4 novembre.

«Siamo molto soddisfatti per l’esito di questa manifestazione – afferma il coordinatore della Protezione civile, Luca Montorfano – La giornata di domenica, grazie anche al tempo più clemente e mite, ha favorito una numerosa affluenza di persone: che hanno rispettato i turni d’ingresso, come da regolamento comunale sull’affluenza di pubblico che prevede di non superare i novantanove presenti per volta. Ieri a un certo punto non abbiamo più potuto nemmeno garantire l’asporto, perché stava finendo tutto, dalla lepre allo stinco, agli ossibuchi».

E aggiunge: « Noi puntiamo sempre di più su un pubblico di sostenitori, che ci segue regolarmente da anni. Così abbiamo registrato non soltanto una massiccia richiesta da Cantù e dal suo territorio, oltre che dalla nostra provincia»

«Un altro aspetto che ha funzionato è la solidarietà. Le centinaia di persone che hanno partecipato alla sagra hanno sostenuto anche il nostro gemellaggio con il Comune di Muccia» conclude Francesco Marzani, presidente degli “Amici dei Volontari”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA