Ecco il palazzetto  di Francescucci  «Se lo è meritato»
Da sinistra Betty Francescucci, Alessandro Fermi, Fabio Bulgheroni e Laura Morstabilini

Ecco il palazzetto

di Francescucci

«Se lo è meritato»

Casnate con Bernate: scoperta la targa dedicata

all’ex presidente della Polisportiva scomparso nel 2018

Un palazzetto dello sport che porti il suo nome, a perenne ricordo di una grande persona e che trasmetta a chiunque varchi quella porta i valori che Arduino ha seminato in vita e che continua a tramandare, anche ora che non c’è più.

È stata una serata di forte emozione quella che è andata in scena giovedì al “Palazzetto dello sport Cavaliere Arduino Francescucci”, così rinominato per volere del sindaco Fabio Bulgheroni e della sua giunta. «Vorrei ringraziare le istituzioni presenti che in un modo o nell’altro, oltre che ad essere legate ad Arduino Francescucci, hanno collaborato a valorizzare questa struttura, a renderla di nuovo fruibile – ha evidenziato Bulgheroni in apertura della serata – tutti insieme state rendendo questa serata piacevole: quando lo Stato, nelle sue diverse articolazioni e funzioni, collabora, questo è il risultato».

Presenti alla serata, tra gli altri, l’assessore del Comune di Como Marco Galli, il presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi, l’assessore allo sport del Comune di Cantù Antonella Colzani, il vice presidente della Provincia Federico Bassani e diversi sindaci, tra cui Roberto Fornasiero di Fino Mornasco, dove ha sede la Polisportiva di cui Francescucci è stato storico presidente e Paolo Clerici, primo cittadino di Cadorago, dove Arduino abitava.

«È stata un’emozione indescrivibile scoprire la targa dedicata al mio grande uomo – ha commentato Betty Francescucci, insieme a mamma Laura e alle sue figlie – ringrazio l’amico e sindaco Fabio Bulgheroni per aver voluto con tutto se stesso dedicare un tempio dello sport ad un uomo che ha speso la sua vita tra sport, il sociale, la cultura e soprattutto nel valore dell’amicizia. Il Covid ha spostato questa manifestazione da giugno ad oggi, ma nulla avviene per caso ed oggi prende maggior valore a due anni dalla sua scomparsa».


© RIPRODUZIONE RISERVATA