Il Consiglio di Stato  salva Arosio. Per ora
Arosio può sorridere, per il momento

Il Consiglio di Stato

salva Arosio. Per ora

Concessa la sospensiva presentata per bloccare l’esecutività della sentenza del Tar: per il momento resta sindaco. Si entra nel merito il 3 maggio

La poltrona del sindaco Edgardo Arosio per il momento è salva.

Almeno fino al 3 maggio. Ieri, in tempi decisamente brevi, è giunta la decisione del Consiglio di Stato in merito alla richieste di sospensiva presentata per bloccare l’esecutività della sentenza del Tar di febbraio che aveva riassegnato al Consorzio Canturino Pompe Funebri Zanfrini di Ornella Zanfrini l’appalto che questi si erano aggiudicati per il servizio di trasporti funebri, facendo tornare quindi incompatibile il primo cittadino.

Sospensiva concessa, perciò, al momento, Arosio può restare al suo posto e l’iter per determinare la decadenza si ferma. Ma in tempi altrettanto brevi è stata fissata l’udienza per decidere nel merito del ricorso di Zanfrini, il 3 maggio. E sarà questa a mettere la parola fine a questa vicenda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA