Il prefetto: «Non reagite ai ladri  Per evitare rischi si chiama il 112»
Il tentato furto in corso Unità d’Italia a Cantù, con il ladro “Uomo ragno” ripreso dalle telecamere

Il prefetto: «Non reagite ai ladri

Per evitare rischi si chiama il 112»

Corda sull’escalation nel Canturino. Al tavolo della sicurezza anche il caso Intimiano

Gli avvistamenti, specie nella vicina Capiago Intimiano, non mancano. E le reazioni sono diverse. C’è chi grida. Chi pensa anche a come, nel caso, dovrà affrontare il ladro armato di cacciavite. Qualcuno l’ha detto: speriamo che prima o poi non ci scappi il morto. Il consiglio che arriva dal prefetto Bruno Corda è dettato dal buon senso: non entrare in contatto con il ladro. Non avere strane reazioni. «L’unica cosa che deve fare il cittadino, in questa situazione, è chiamare le forze di polizia», dice Corda.

Per contrastare i furti, il rappresentante dello Stato sul territorio provinciale ricorda come presto si parlerà anche di quanto accade a Capiago Intimiano a un tavolo istituzionale, anche con il sindaco Sandro Vergani. Ma il prefetto ricorda anche la disponibilità dei Carabinieri nel condurre incontri mirati con la popolazione. E la piaga delle truffe agli anziani.

«Ma non bisogna reagire - dice il prefetto - bisogna chiamare subito la polizia».


© RIPRODUZIONE RISERVATA