Inverigo, faccia a faccia  con il ladro in cortile  «Non ho chiuso occhio»
Il cancello di una delle case di via Kennedy blindate contro i ladri

Inverigo, faccia a faccia

con il ladro in cortile

«Non ho chiuso occhio»

Le case della Mandresca sotto assedio Questa volta il colpo è fallito: il malvivente in fuga La vittima: «Ho avvisato i vicini perchè stiano attenti»

Una caccia al ladro. Nel cortile di casa. Con il malvivente solitario che fa perdere le sue tracce e sparisce nella Mandresca, la zona residenziale di Inverigo dove si vive blindati contro i ladri. Arrivati, anche quest’anno, puntuali, tra ottobre e novembre.

L’altra sera, è stato un residente a improvvisare una specie di partita a nascondino a palpitazioni elevate.

Il cittadino avrebbe tanto voluto prenderlo: per la rabbia, ha poi faticato a prendere sonno. Spaventata, invece, la donna anziana, una familiare, nella casa presa di mira dal ladro: ha dovuto prendere alcune gocce di calmante per addormentarsi. Nel suo caso, l’agitazione è stata dettata dalla paura che il ladro tornasse.

È successo verso le 20. In una casa di via Kennedy, una delle strade del quartiere, in alcuni punti buia.

L’uomo stava uscendo per andare all’aeroporto. Ha visto un uomo alto un metro e 75. All’inizio l’ha scambiato per un vicino, ma poi ha visto che scappava girando l’angolo. Il tempo di inseguirlo, si era già dileguato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA