La battaglia del merletto “doc”  Novedrate e Cantù rivali all’Unesco
Novedrate e Cantù divisi dal pizzo

La battaglia del merletto “doc”

Novedrate e Cantù rivali all’Unesco

Il vicesindaco Grassi: «Pronti ad accogliere i nostri vicini»

Ma Rita Bargna: «Il pizzo non l’hanno inventato loro»

«Ci mancherebbe altro che noi ci uniamo a quelli di Novedrate, che credono di aver inventato il merletto».

È Rita Bargna, artista del pizzo di Cantù, a dire cosa ne pensa della possibilità, accordata ieri dal Consiglio regionale della Lombardia, di poter unire le forze con il paese distante pochi chilometri, con l’obiettivo, per il merletto, di ottenere il riconoscimento di patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

Novedrate, per bocca del vicesindaco Serafino Grassi, tende comunque una mano alla vicina Cantù per farla entrare nella propria candidatura, in una cordata internazionale. Ma la città del mobile, oltre che del merletto, va però avanti per la sua strada insieme ad altri paesi d’Italia.

L’articolo completo sul giornale in edicola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA