La Festa del legno vuole crescere

«Si faccia in tutta la Brianza»

Inaugurazione ufficiale ieri al Teatro San Teodoro, presenti i sindaci di diversi Comuni del territorio: «Si potrà competere con le grandi manifestazioni»

La Festa del legno vuole crescere «Si faccia in tutta la Brianza»
Le autorità ieri sul palco del Teatro San Teodoro
(Foto di Bartesaghi)

La Festa del Legno diventa grande e vuole farsi più grande: l’obiettivo, allargare lo sguardo della manifestazione e farla uscire dai confini cittadini, per farla diventare rassegna dell’intera Brianza.

Considerando che solo due anni fa si alzava il sipario sull’edizione numero zero, un esperimento per capire se questa idea poteva camminare sulle proprie gambe, alla terza replica si guarda avanti con grande ambizione.

Ieri sera al teatro San Teodoro è stata inaugurata ufficialmente la manifestazione che proseguirà sino al 4 ottobre, che pure ormai da un paio di giorni s’è messa in moto, e l’assessore alle Attività produttive Luca Delfinetti, che ha fatto gli onori di casa, ha annunciato l’intenzione di tentare il grande salto: «Dopo tre anni ho chiesto agli altri Comuni se fosse il momento di estendere la Festa del Legno e anche un po’ a sorpresa la risposta unanime in coro è stata che questo format va esportato fuori Cantù».

Comuni che sono quelli uniti nel progetto «Brianza Experience – Le vie del saper fare», ovvero Lissone capofila, Cantù che caldeggiò l’idea, e poi Cabiate, Carugo, Figino Serenza, Giussano, Lentate sul Seveso, Mariano Comense, Meda, Sovico.

«Oggi – ha proseguito – è l’occasione per prendere l’impegno di costruire una Festa del Legno della città di Cantù e della Brianza. Il book della manifestazione ha 70 pagine di eventi solo canturini, e mi sono immaginato cosa succederebbe se questo programma si moltiplicasse per tutti i Comuni. Diventerebbe un’iniziativa che farebbe invidia a ben altre realtà territoriali».

Da parte del sindaco di Mariano Giovanni Marchisio è arrivata l’adesione in diretta dal palco, «Questi sono i tempi della collaborazione, della condivisione, non più quelli in cui si faceva gara tra Comuni, Uniamo le forze e proviamoci».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True