La “lezione” di tre studenti dell’Enfapi  Trovano e restituiscono borsa con i soldi
I ragazzi dell’Enfapi che hanno trovato il borsello. Da sinistra Ali Koshi, Abdeldjalil Amrani, Joseph Napoli

La “lezione” di tre studenti dell’Enfapi

Trovano e restituiscono borsa con i soldi

Erba: un motociclista perde il portafoglio proprio mentre passa davanti ai cancelli della scuola. Loro danno l’allarme e rintracciano il proprietario

Avrebbero potuto raccogliere la borsa e spartirsi l’inatteso “malloppo” caduto dal cielo, ma hanno preferito comportarsi da cittadini esemplari. Ieri mattina tre studenti della scuola professionale Enfapi di via Zappa hanno consentito a un motociclista di recuperare più di mille euro in contanti: «Grazie alla segnalazione dei ragazzi - spiega il direttore dell’Enfapi, Stefano Mariani - abbiamo contattato il proprietario. I giovani hanno ricevuto una mancia a titolo di ringraziamento».

La storia inizia all’ora dell’intervallo. Tre amici che frequentano il quarto anno - Ali Koshi, Abdeldjalil Amrani e Joseph Napoli - si trovano nel cortile della scuola quando davanti all’ingresso passa una motocicletta. Proprio in quel momento il motociclista perde un borsello, ma non si accorge e procede dritto per la sua strada.

«I ragazzi avrebbero potuto recuperare la borsa senza farsi vedere: sarebbe stata questione di un attimo pochi passi per poi rientrare. Invece hanno immediatamente avvertito dell’accaduto una nostra ausiliaria, che ha varcato il cancello e ha recuperato la borsa seguendo le loro indicazioni». E qui arriva la vera sorpresa, perché all’interno il personale scolastico ha trovato un piccolo tesoro: oltre ad alcuni documenti, la borsa conteneva più di mille euro in contanti. Il preside commenta: «Avevo appena letto sul vostro giornale del bracciale di diamanti ritrovato a Cantù e riconsegnato alla proprietaria - spiega - e poco dopo da noi è avvenuto questo episodio. Sono storie che dimostrano come ci siano ancora ragazzi onesti e buoni cittadini pronti a vincere la meschinità dei nostri tempi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA