La messa dei canturini
In cento al passo Gavia

Celebrazione nella chiesetta vicina al Rifugio Berni a 2.650 metri. Non c’era però don Lino Cerutti, convinto dal medico a non salire in quota

La messa dei canturini In cento al passo Gavia
Un centinaio di persone è salito al Gavia per la messa in ricordo dei caduti in montagna

Sono saliti in un centinaio ieri mattina alle 11, per rinnovare la commemorazione dei caduti in montagna con la celebrazione della messa nei pressi del Rifugio Berni alla chiesetta alpina di Passo Gavia, a quota 2650 metri.

Particolare importante: ieri a presiedere la messa doveva essere il prevosto emerito, monsignor Lino Cerutti: il medico ha bloccato la scelta di far concelebrare la messa in alta quota a don Lino, che a dispetto dei suoi 89 anni, fino a non molto tempo fa era in grado di raggiungere il Gavia guidando personalmente l’automobile.

A celebrare la funzione religiosa sono stati altri due sacerdoti di Cantù: l’attuale prevosto, don Fidelmo Xodo e il vicario di San Paolo don Giovanni Afker.

(Giancarlo Montorfano)

© RIPRODUZIONE RISERVATA