La presidente del Fai passa il testimone

«Cantù ha gioielli nascosti da riscoprire»

Anna Giussani Riccò: «Promossa anche l’immagine laboriosa del territorio»

La presidente del Fai passa il testimone «Cantù ha gioielli nascosti da riscoprire»
La giornata del Fai della scorsa primavera, con l’apertura straordinaria di Villa Orombelli a Fecchio

Anna Giussani Riccò lascia il prossimo 31 dicembre la presidenza del gruppo del Fai – Fondo ambiente italiano di Cantù. Non si tratta comunque di un vero addio, ma soltanto di un arrivederci.

«Rimango comunque aderente all’associazione, anche se è giusto che ci sia un ricambio. Sono stati anni di lavoro intenso e di notevoli soddisfazioni sia sul piano personale sia per le attività che ho cercato di promuovere a favore del Fai. Sono stata anche capo delegazione di Como, comunque ho sempre cercato di mettere in evidenza il patrimonio monumentale canturino. Soprattutto con gli eventi realizzati in occasione delle Giornate di Primavera abbiamo cercato di far conoscere a un pubblico più largo i tanti capolavori artistici di Cantù, la mia città che ho nel cuore».

«Abbiamo anche tentato di promuovere l’immagine laboriosa del nostro territorio, le tante sue eccellenze nel campo imprenditoriale. Né sono mancate le occasioni per celebrare il grande livello sportivo raggiunto nei suoi 80 anni di storia dalla Pallacanestro canturina».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}