Ladri acrobati all’ora di cena  Un furto riesce, l’altro fallisce
Il ladro con la torcia in bocca mentre fruga nei cassetti in via Galvani

Ladri acrobati all’ora di cena

Un furto riesce, l’altro fallisce

Ladri acrobati sfidano ancora una volta telecamere e allarmi pur di riuscire a introdursi nelle abitazioni e mettere a segno furti.

Come avvenuto nei giorni scorsi a Cirimido, dove gli intrusi - pur fuggendo a mani vuote - non si sono fatti intimorire dagli impianti anti intrusione, nella serata tra giovedì e ieri i soliti ignoti hanno colpito a Rovellasca in due appartamenti in via Galvani e nella vicina via Como.

In via Galvani l’appartamento è di un sistema di allarme e delle telecamere, che hanno poi inquadrato il malvivente “al lavoro”, con una mini torcia tenuta in bocca, mentre rovistava rapidamente nei cassetti e negli armadi alla ricerca spasmodica di denaro contante o di oggetti valore sui quali poter mettere le mani.

«Da quel che abbiamo potuto capire i ladri prima avrebbero cercato di entrare nell’appartamento al piano di sotto senza riuscirvi, poi si sono arrampicati arrivando sino al nostro – spiega il proprietario – riuscendo, mentre erano evidentemente sospesi nel vuoto, a scassinare e ad aprire la finestra della cucina, dalla quale si sono poi introdotti nella nostra abitazione, dirigendosi nella camera, alla fine sono scappati da un balcone».

Non è stato l’unico allarme. Gran brutta serata anche per una famiglia della vicina via Como, dove una donna ha messo in fuga il ladro che era riuscito a introdursi fino alla camera da letto; spavento a parte per la donna non vi sono fortunatamente state altre conseguenze.

Nei giorni scorsi altri furti in appartamento si erano segnalati anche a Cadorago.


© RIPRODUZIONE RISERVATA