Ladri acrobati, colpo a Cantù   Via Monte Nero: il cane li fa fuggire
La palazzina di via Tobruk visitata dai ladri (Foto by Christian Galimberti)

Ladri acrobati, colpo a Cantù

Via Monte Nero: il cane li fa fuggire

In via Tobruk hanno scalato un pluviale di 9 metri. «Sono arrivati tardi, non c’è più nulla da rubare». Lea, lupo di 9 anni, abbaia e il proprietario apre la finestra: «Erano robusti, con accento dell’Est»

Ladri acrobati, capaci di scalare il pluviale della grondaia fino al secondo piano di una palazzina di via Tobruk: quasi nove metri d’altezza. Per poi entrare in casa, dopo aver rotto un vetro, e scoprire che non c’era nulla di significativo da portar via: il proprietario era già stato derubato in precedenza.

Ma anche ladri in fuga. A farli scappare, Lea, pastore tedesco di 9 anni, in via Montenero: ha abbaiato e chi ha aperto la finestra ha dovuto subire anche l’umiliazione di una frase da presa in giro. «Chi siete, cosa state facendo qui dentro?». «Ci è finito il pallone in cortile...», hanno detto i ladri, sghignazzando.: «Erano abbastanza robusti. Parlavano con un accento dell’Est» dice il proprietario della casa.

Altri dettagli sul numero in edicola mercoledì 26 ottobre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA