Ladri, paura a Inverigo  «Si erano chiusi in casa nostra»
La zona dei giardinetti di via Fontanelle dove è avvenuto il furto

Ladri, paura a Inverigo

«Si erano chiusi in casa nostra»

Furto nella serata di domenica in via Fontanelle, in una villetta: «Nel parco c’è sempre qualcuno che posta a spasso il cane, possibile che non abbiano visto?»

Una famiglia di Inverigo ha vissuto una bruttissima esperienza domenica sera. Che, per fortuna, si è risolta senza danni alle persone ma con un grandissimo spavento, anche per la presenza di alcuni bambini. Al rientro nell’abitazione in via Fontanelle, poco dopo le 21.30, i proprietari si sono imbattuti in alcuni ladri.

Fortunatamente non c’è stato l’incontro diretto con i malviventi che, messi in allarme dal rientro dei proprietari, hanno pensato bene di darsela a gambe. Non a mani vuote visto che erano già riusciti ad arraffare diversi beni.

Via Fontanelle è una strada al limite tra Inverigo e la frazione di Villa Romanò. Di fronte al complesso c’è un piccolo parco comunale con alcune panchine e dei giochi. E proprio il parco ha rivestito un ruolo importante nella riuscita del furto. I ladri infatti si sono dileguati passando per il piccolo polmone verde, che dà direttamente sulla strada, e si sono eclissati, sparendo nel buio della notte. «È successo attorno alle 21.30 e i ladri erano chiusi dentro in casa -racconta, non riuscendo a nascondere la grande emozione e la paura, la proprietaria -.Quando sono riuscita ad entrare erano già scappati, scendendo dal balcone»-

Superato il grande spavento -i proprietari avrebbe potuto trovarsi faccia a faccia con i malviventi - è stato il momento di fare il censimento dei danni e la ricostruzione dell’accaduto.

«Nel giardinetto c’è sempre gente con il cane a passeggio -dice la signora - Mi sembra strano che nessuno abbia visto i ladri saltare giù dal nostro balcone. Oltretutto, con tutte le cose che hanno portato via».

Guido Anselli

.


© RIPRODUZIONE RISERVATA