L’omonimo di Bizzozero su Fb  «Un incubo, lasciatemi in pace»
BIZZOZERO

L’omonimo di Bizzozero su Fb

«Un incubo, lasciatemi in pace»

Marianese, 40 anni. Il suo sfogo: «Basta, Io amo napoli»

Stesso nome, stesso cognome, una molto vaga somiglianza. Così a Claudio Bizzozero è toccato cambiare l’immagine del proprio profilo Facebook e sostituirla con una scritta ben chiara: «Non sono io il sindaco di Cantù».

Un’omonimia della quale non si era mai curato troppo, ma che dopo le dichiarazioni del primo cittadino canturino, che ha definito Napoli «fogna infernale», gli ha procurato molti problemi. Anche gravi, comprese minacce alla propria incolumità. «Io amo Napoli, lasciatemi stare».

A dargli una mano anche la trasmissione di Italia 1 Le Iene, che nei giorni scorsi ha effettuato un servizio in città sulla vicenda e ha raccontato la sua storia. «Volevo ringraziare chi mi è stato vicino - scrive su Facebook - i miei amici veri, le persone che non conoscevo, soprattutto la gente di Napoli, che sono stati gentilissimi e hanno capito la situazione»

© RIPRODUZIONE RISERVATA