Lurago d’Erba: cordoglio  per la donna morta  durante l’escursione
Il rifugio Boccalatte e lo splendido panorama che ne hanno fatto un luogo amato dagli alpinisti (Foto Fb)

Lurago d’Erba: cordoglio

per la donna morta

durante l’escursione

Sibele Spinelli, 46 anni, lascia due figli. La tragedia su un sentiero a Courmayeur. Ha perso l’equilibrio su una pietraia ed è precipitata sotto gli occhi dell’amica

La chiamata, disperata, dell’amica è arrivata alla centrale operativa del 118 di Courmayeur una manciata di minuti prima delle 15 di ieri pomeriggio. Pochi istanti prima aveva visto, senza poter far nulla, la sua compagna di vacanza e di escursioni perdere l’equilibrio e precipitare lungo una pietraia ripidissima, uno di quei luoghi che fa paura anche a molti alpinisti.

Tragedia in montagna, in Valle D’Aosta. Sibele Spinelli, 46 anni (ne avrebbe compiuti 47 tra poco più di un mese), nata a Mariano Comense ma residente a Lurago d’Erba, è morta sul colpo a causa delle gravi ferite riportate nella caduta di cui è rimasta vittima nel primo pomeriggio di ieri. Vicenda della quale abbiamo riferito mercoledì.

La donna stava percorrendo il sentiero che conduce verso il rifugio Boccalatte alle Grandes Jorasses, in val Ferret (rifugio, peraltro, chiuso in questa stagione). Con ogni probabilità ha perso l’equilibrio in un punto particolarmente insidioso della salita..

Il luogo dell’incidente è definito come particolarmente difficile dagli stessi alpinisti. Per arrivare al Boccalatte, infatti, si deve percorrere una parte di pietraia che conduce in un punto della montagna particolarmente esposto: se non si è più che esperti - spiegano le persone che quelle montagne le conoscono molto bene - quel sentiero è molto difficile e pericoloso.

Un’ascesa che prevede anche un tratto in ferrata, ma la tragedia è avvenuta più in basso. Con Sibele c’era un’amica. Le due donne, in questi giorni, erano assieme in una vacanza sulle alpi tra passeggiate e rifugi. Ed è stata proprio l’amica, anche lei comasca, a lanciare l’allarme. Gli uomini del soccorso alpino della Guardia di finanza di Courmayeur hanno raggiunto il punto della tragedia con l’elicottero, ma non hanno potuto far altro se non constatare il decesso della sfortunata escursionista comasca.

Sibele Spinelli era mamma di due figli di 24 e 16 anni. Abitava in via Monte Rosa, nella zona alta del paese. Una zona residenziale tra le frazioni della Careggia e di Colciago. (Paolo Moretti)


© RIPRODUZIONE RISERVATA