Lutto a Figino: Fabio non ce l’ha fatta  Stroncato dalla malattia a 23 anni
Fabio Depalma, in maglietta verde, circondato dai familiari

Lutto a Figino: Fabio non ce l’ha fatta

Stroncato dalla malattia a 23 anni

Si è spento a Mariano il giovane operato più volte e già ricoverato a Firenze. Era stata organizzata una raccolta solidale per assisterlo. I funerali oggi alle 11 in parrocchia

Dopo una battaglia con la malattia lunga 17 anni, buona parte della sua vita, Fabio Depalma, di 23, è morto all’Hospice di Mariano. Un addio che colpisce la comunità, che ha conosciuto il lungo percorso di dolore della famiglia nelle scorse settimane, quando la sorella Andrea ha aperto una raccolta fondi anche per accendere i riflettori sulle enormi difficoltà dei genitori che si trovino ad attraversare la stessa situazione, con un figlio ricoverato a centinaia di chilometri da casa, all’ospedale Meyer di Firenze.

Il funerale verrà celebrato oggi, sabato 23 maggio, alle 11 nella chiesa parrocchiale di Figino Serenza. Fabio Depalma aveva poco più di cinque anni quando si ammalò. Dei forti mal di testa che condussero a una diagnosi terribile, astocitoma, la malattia oncologica che da allora l’ha portato in sala operatoria una decina di volte, oltre che a sottoporsi a un ciclo di chemioterapia.

Ricoverato a Como, a Torino, a Firenze, al Meyer, dove è rimasto a lungo ed è tornato in dicembre. Un ospedale pediatrico, benché il giovane avesse superato la maggiore età, per continuare a essere seguito dal neurochirurgo che ormai da anni si occupava del suo caso.

La sorella Andrea aveva deciso di aprire una campagna per portare l’attenzione sulle difficoltà dei familiari dei pazienti, che, oltre ad affrontare la prova durissima della malattia dei propri cari, hanno dovuto trasferirsi lontano da casa e sostenere spese importanti.

Come accaduto a lei e ai genitori Antonella e Mario. Una campagna condivisa in prima battuta dal sindaco Roberto Moscatelli, che è stato tra i primi a esprimere le proprie condoglianze alla famiglia: «Uno dei messaggi che non avrei mai voluto ricevere purtroppo è arrivato. Riposa in pace caro Fabio» ha detto.

(Silvia Cattaneo)


© RIPRODUZIONE RISERVATA