«Magari il suo Milan fosse una banda»  Da Cantù una replica a Gattuso
L’intervista di Gattuso alla “Gazzetta dello sport” del 22 aprile

«Magari il suo Milan fosse una banda»

Da Cantù una replica a Gattuso

Paola Frigerio, presidente della “Cattolica”, critica il paragone negativo del mister: «Lo invito alle prove e a un concerto così si renderà conto dei grandi sacrifici dei ragazzi»

Lettera aperta della presidente del Corpo musicale “La Cattolica” Paola Frigerio a Rino Gattuso.

Dopo la recente sconfitta interna della squadra da lui allenata, il Milan, contro il Benevento ultimo in classifica, già retrocesso, il coach aveva paragonato in maniera sprezzante la sua formazione a una banda musicale: quasi che i musicanti siano un po’ come apprendisti stregoni che suonano su uno spartito immaginario e non seguendo un preciso ordine formale.

«Mi chiamo Paola Frigerio e sono la presidente dell’ultracentenario Corpo Musicale “La Cattolica” di Cantù – scrive la presidente della banda canturina - Scrivomolto amareggiata dopo aver letto l’infelice intervista a Rino Gattuso che, dopo una sonora sconfitta, si esprime con una frase riportata nel titolo “Squadra senz’anima. È una bande musicale”».

Secondo Paola Frigerio, che oltre al mestiere d’insegnante di lingue ha sempre coltivato un’autentica passione sportiva: «Non è la prima volta che il grande allenatore del grande Milan usa questa immagine per descrivere il suo sdegno e la vergogna pazzesca dopo una banale sconfitta».

E si spiega facendo l’esempio della “Cattolica”: «Vorrei poter far sapere al grande allenatore che il nostro organico è composto da 55 musicanti di cui una trentina sotto i 25 anni,che sono meravigliosi studenti, diplomati al conservatorio, ottimi atleti a livello agonistico, impegnati nel sociale che alternano tutti questi impegni con una grande passione, capacità ed entusiasmo che gli strapagati calciatori dovrebbero solo emulare».

E conclude: «A questo punto non ci resta che invitare il Signor Gattuso ad un nostro concerto o ad un Concorso internazionale, dopo aver seguito le nostre a volte estenuanti prove».

© RIPRODUZIONE RISERVATA