Marciapiedi e pannelli solari  Ripartono i lavori a Cantù
La pensilina illuminata grazie all’energia dei pannelli solari alle scuole “Tibaldi”

Marciapiedi e pannelli solari

Ripartono i lavori a Cantù

Lo sblocco dei cantieri ha permesso di ultimare gli interventi per la sicurezza dei pedoni e la posa dell’impianto fotovoltaico alle scuole Tibaldi con la nuova illuminazione

I marciapiedi sistemati, pronti o quasi pronti e i muri crollati ora messi del tutto in sicurezza. Ma anche la sorpresa della nuova pensilina fotovoltaica alla scuola secondaria di primo grado “Pellegrino Tibaldi” di via Manzoni, vista ora con la prova di illuminazione in notturna: si pensa di portare, in zona, una o due colonnine per ricaricare le auto elettriche. Intanto, una tranche di lavori pubblici si avvia, in questi giorni, alla chiusura.

In città, si è lavorato sui marciapiedi. In via Cesare Cantù, la strada che collega viale Madonna e via Brighi a via Fossano e via Torre, i lavori sono terminati. INterventi in corso in via Giovanni da Cermenate, dove giorno dopo giorno si avanza.

Più lunga, quest’ultima strada, quindi lavori, di logica, che necessitano di un maggior numero di ore. A mezzogiorno di ieri, ad ogni modo, gli operai, nel tentativo di sistemare i marciapiedi di un buon tratto di strada, erano arrivati quasi a completare l’intera via, dopo essere partiti lunedì dalla rotatoria con corso Europa e la strada provinciale di Cantù Asnago.

«In via Giovanni da Cermenate - spiega l’assessore ai lavori pubblici Maurizio Cattaneo, Lega - stiamo cercando di lavorare su più punti, coinvolgendo sia il lato destro che il lato sinistro. Ci sono anche alcune isole di parcheggio, dove, soprattutto nei pezzi più ammalorati, si sta intervenendo con i lavori».

Praticamente terminati anche i lavori sul muro della piazza di Cascina Amata, in periferia. Qui, l’anno scorso, in una calda giornata d’estate, le piastrelle del rivestimento crollarono al suolo. Ora, via le piastrelle e via il problema, con un nuovo intonaco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA