Mariano, Ballabio vice di Alberti  I Lavori pubblici vanno a Benelli
La nuova giunta: da sinistra gli assessori Massimiliano Stigliano (FI), Loredana Testini (Mariano Ideale), Giovanni Alberti (sindaco), Andrea Ballabio (FI), Evelina Grassi (Lega) e Rudy Benelli (FI) (Foto by Foto Bartesaghi)

Mariano, Ballabio vice di Alberti

I Lavori pubblici vanno a Benelli

Presentata la nuova giunta. Il sindaco tiene l’Urbanistica, Bilancio alla Grassi

«La prima sfida è guardare tra le maglie del bilancio comunale per capire come stanno i conti, rivedendone gli equilibri entro il termine fissato per fine luglio, per dare qualche segnale rispetto a quello che abbiamo in testa, partendo dalla sicurezza e dal decoro della città». Da questi due temi, infatti, parte il mandato del neo eletto sindaco Giovanni Alberti che, ieri mattina, in Comune, ha presentato la giunta che lo accompagnerà in questi cinque anni.

Come già anticipato, il primo cittadino mantiene tra le sue mani otto deleghe, tra le altre, la Sicurezza, personale, Protezione civile e, ancora, l’Urbanistica. Il suo vice, invece, sarà l’ex capogruppo di Forza Italia, Andrea Ballabio, assessore al Commercio, Information Technology e sviluppo all’occupazione. A Massimiliano Stigliano, invece, va un maxi assessorato che comprende i Servizi sociali, Sport, Cultura e Manifestazioni.

Evelina Grassi avrà la delega al Bilancio. Ex sindaco di Bregnano, a lei il compito di far quadrare i conti del comune così come quello di cercare fondi fuori le casse municipali, in bandi regionali, nazionali ed europei, oltre che in fondazioni private.

Premiata la lista civica “Mariano Ideale” con la nomina di Loredana Testini. Consulente senior d’azienda in Risorse umane, guida ambientale escursionista, a lei le deleghe all’Ambiente ed ecologia, Mobilità e trasporti, Istruzione e Politiche di cittadinanza attiva.

L’azzurro Rudy Benelli torna nella veste di assessore ai Lavori pubblici, Manutenzione e patrimonio dopo l’esperienza nella passata giunta di centrodestra Turati finita in anticipo di sei mesi per le dimissioni di undici consiglieri di maggioranza, tra cui, proprio Benelli e Ballabio.

«Dagli errori si deve ripartire per costruire qualcosa di migliore, non è sempre facile, ma con Rudy e Andrea è stato fatto» spiega Alberti. Fuori dalla giunta Fratelli d’Italia: il capogruppo Claudio Nogara dall’alto delle sue 108 preferenze, sarà presidente del consiglio comunale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA