Mariano celebra Donzelli  Il papà della Graziella
Il manifesto della mostra che aprirà a Villa Sormani il 1o dicembre

Mariano celebra Donzelli

Il papà della Graziella

L’artista e designer brianzolo scomparso nell’84 realizzò negli anni Sessanta un’icona del boom economico. Biciclettata (il 28) e mostra (a dicembre) per ricordarlo

Gira e rigira ci sono cose che non passano mai del tutto. Iconiche nello stile o nell’innovazione che rappresentano, continuano ad essere ispirazione del contemporaneo. Uno di questi oggetti è sicuramente la “Graziella” bicicletta pieghevole simbolo di anni felici e spensierati, ma anche della grande laboriosità e duttilità della Brianza.

Rinaldo Donzelli, scomparso nel 1984

Rinaldo Donzelli, scomparso nel 1984

Sì, perché la “Graziella” è nata dall’ ingegno di Rinaldo Donzelli di Mariano Comense. Oggi per ricordare la grande flessibilità di questa intelligenza, tipico esempio brianzolo del saper fare, è stato presentato in Regione Lombardia l’articolato progetto “Rinaldo Donzelli: il Design Made in Italy” in mostra. Il marianese che inventò la Graziella è stato infatti un artista a 360 gradi, grafico geniale, politico locale, amico fidato di Bruno Munari; Donzelli aveva a cuore la produttività italiana, tanto da essere nel 1956 tra i soci fondatori dell’Associazione per il Disegno Industriale.

La figura di questo uomo è tale che per raccontarla serve un progetto importante, che si snoda tra passato, presente e futuro, curato dalla figlia Elena e dall’architetto Alessia Galimberti con il supporto del Comune di Mariano, parte attiva dell’iniziativa con l’intento del sindaco Giovanni Marchisio di «Celebrare l’anima brianzola che ancora una volta si distingue per il saper e voler fare. Non a caso questo progetto ha avuto il patrocinio della Regione Lombardia, che l’ha anche voluto presentare ufficialmente e istituzionalmente a Palazzo Pirelli».

Tre i punti focali del progetto dunque un Graziella Day, biciclettata in calendario il 28 ottobre, una mostra retrospettiva che inaugurerà il 1° dicembre a Villa Sormani e il concorso per architetti emergenti per ridisegnare la bicicletta del futuro, promosso da Adi, l’Associazione per il disegno industriale che ha tra i fondatori proprio Donzelli.

Chissà se emergerà qualcuno in grado di eguagliare la mitica Graziella inventata negli anni 60 da Donzelli per Bottecchia e pubblicizzata dalla bellissima Brigitte Bardot che divenne uno status symbol della gioventù benestante. Nella pubblicità veniva chiamata la “Rolls Royce di Brigitte Bardot”, a sottolinearne la robustezza e la cura estetica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA