Mariano, danneggiata  la targa per Teresa e Claudio
L’angolo sollevato della targa nel Parco della Comunità

Mariano, danneggiata
la targa per Teresa e Claudio

Sollevato un angolo della targa che ricorda i drammi dei due giovani

Danneggiata la targa che campeggia all’ingresso del “Parco della Comunità” in via Kennedy a Mariano. Dedicata alla memoria di Teresa Lanfranconi e Claudio Hoxha, giovani studenti strappati alla vita troppo presto, oggi un angolo della lastra è completamente staccato dalla pietra alla quale era stata affissa l’estate di due anni fa.

A sollevarsi, il margine dove si ricorda la data d’inaugurazione, accompagnata dalla frase “Condividiamo gioia e dolori per costruire insieme una comunità più unità, sana e innamorata del futuro”. C’è chi riconduce il danneggiamento a fattori ambientali, ossia il maltempo unito al vento forte può aver messo a dura prova la tenuta della targa.

C’è chi, invece, vede nell’angolo sollevato il risultato di un atto vandalico. La denuncia è presto corsa tramite i social, con i residenti che hanno rilanciato le immagini sulla pagina Facebook “Sei di Mariano Comense se...” aprendo a un dibattito acceso.

Il parco, realizzato grazie a un investimento di 91 mila euro per rilanciare l’area dove ogni martedì si raduno il mercato, era stato intitolato alla memoria dei due studenti su spinta di un sondaggio promosso proprio dalla pagina Facebook sopra città. In quell’occasione giovani, mamme e papà non avevo avuto dubbi: il parco doveva essere intitolato a Teresa, scomparsa il 18 giugno del 2003 e, Claudio, il bambino di appena 8 anni, ritrovato senza vita nei boschi sul confine con Carugo nell’aprile del 2000.


© RIPRODUZIONE RISERVATA