Masocco, ultimo saluto a Siracusa  Con i familiari e gli amici più cari
Dante Masocco

Masocco, ultimo saluto a Siracusa

Con i familiari e gli amici più cari

La tragedia. Ieri la cerimonia funebre per l’ex assessore morto dopo la caduta sugli scogli. La salma sarà cremata a Messina e poi tumulata a Cantù dopo una messa a San Michele

Sono state celebrate oggi al Pantheon di Siracusa le esequie di Dante Angelo Masocco. In forma privata, per desiderio della famiglia.

Erano presenti la moglie Anna Maria Veroli e i due figli Wolfango e Angelo. Il figlio maggiore Giorgio era partito a fine mese in moto per un giro nell’Europa orientale e nel Caucaso: non ha potuto essere ieri presente in Sicilia per i funerali.

«Nostro padre era una persona molto semplice e anche molto umile – così lo ricorda il figlio Wolfango – Pur nella tragedia che abbiamo vissuto in questi giorni, abbiamo inteso rispettare fino all’ultimo le sue volontà».

Quindi la messa di ieri mattina è stata aperta a poche persone, oltre ai familiari più stretti, anche ad alcuni amici di una vita: l’amore dei Masocco per la Sicilia è stato di quelli veri.

«Ha accomunato tutta la famiglia - continua Wolfango - anche Giorgio in fondo non ha mai nascosto di essere molto legato anche alle persone che vivono in questa terra. Nostro padre ha voluto bene a tanta gente di questa zona: al mare certo, ma anche alle persone. Quindi l’ultimo saluto doveva essere dato qui».

La cerimonia di ieri verrà seguita, probabilmente domani da quella della cremazione a Messina.


© RIPRODUZIONE RISERVATA