Matteo, il collezionista di autobus  «Amore nato ai tempi della scuola»
Mambretti davanti a uno dei suoi autobus

Matteo, il collezionista di autobus

«Amore nato ai tempi della scuola»

Inverigo Classe 1982, Mambretti ha la passione dei mezzi che utilizzava per andare al liceo

Matteo Mambretti è un ragazzo classe 1982 che da Inverigo tutti i giorni saliva su un pullman per andare a scuola.

Se molti pendolari finiscono per odiare i mezzi di trasporto che sono costretti a prendere per spostarsi, Matteo li ha sempre amati, sognando un giorno di poterne acquistare uno.

Il sogno di Matteo si è realizzato, non oggi a dir la verità ma ben nove anni fa. «Ho sempre nutrito un grande affetto per questi autobus della linea C45 che mi hanno accompagnato per un periodo così lungo della mia vita, vi ho trascorso davvero molto tempo, sull’autobus ho avuto molte esperienze, molti incontri. Da sempre sono stato affascinato dai mezzi di trasporto, quando ero piccolo a dir la verità preferivo i treni, ma con il bus di linea è nata una grande passione».

Matteo ha finito gli studi, liceo, laurea e l’autobus di linea non lo prende più da tempo, ora si sposta in treno.

«Ma ho sempre controllato lo stato di questi mezzi perché sapevo che prima o poi sarebbero stati dismessi». I C45 sono bus di serie, fabbricati ad hoc in solo otto esemplari».

«Intanto li ha resi più corti, e infatti sono lunghi solo dieci metri rispetto ai soliti dodici, inoltre hanno due porte invece che quatto. Questo perché sono stati pensati per un percorso extra urbano e quindi dovevano rispondere a caratteristiche precise».

© RIPRODUZIONE RISERVATA