Mercoledrink, esordio vacanziero

E già le prime multe per la musica

CantùStasera va in scena il vero test per la “movida”, dopo la fine dell’anno scolastico

Bar di piazza Garibaldi sanzionato dalla polizia locale per aver superato la mezzanotte

Senza più la scuola il giorno dopo. Almeno per la maggior parte degli studenti: coloro che non saranno impegnati, in queste settimane, con gli esami dell’ultimo anno.

E così, questa sera, il primo appuntamento d’estate - si potrebbe dire al di là del calendario - per il mercoledrink, proposto in alcuni bar in piazza Garibaldi, iniziativa che ormai da diversi anni richiama nel salotto cittadino centinaia e centinaia di giovani. E intanto, già in questi giorni, i controlli della polizia locale di Cantù hanno portato ad altre conseguenze.

Il verbale

C’è infatti un bar, il primo della stagione, proprio di piazza Garibaldi, multato per non aver rispettato lo stop della musica oltre la mezzanotte.

Un segnale, da parte del comando municipale, per ribadire come anche il divertimento si debba accompagnare al rispetto delle regole.

Il test di mercoledì scorso aveva dato un primo inquadramento che era parso soddisfacente per quanto riguarda la presenza di giovani in piazza e nelle vie limitrofe. Più ordinata che in passato. Più che la promozione del due per uno sui drink, l’impressione era stata quella di un mercoledì soprattutto di aggregazione, con ragazzi e ragazze in piazza per ritrovarsi, conoscersi, scambiare quattro parole. Stasera, la prova del nove, dato che, come già prevedevano settimana scorsa i baristi stessi, dovrebbero esserci ancora più giovani, vista la chiusura delle scuole avvenuta nell’ultimo weekend.

Niente “coprifuoco”

Quest’anno, a differenza dello scorso anno, per ora, non è stato ordinato dal sindaco Alice Galbiati il “coprifuoco”: lo scorso anno, era stato il sindaco Edgardo Arosio - sempre Lega - a imporre la chiusura dei bar, nella sola serata di mercoledì, alla una.

Si affronterà comunque il tema anche con i commercianti. Intanto, una novità certa c’è già: quest’anno, come ha ricordato il sindaco Galbiati, al mercoledrink è previsto un passaggio dell’unità cinofila antidroga della polizia locale di Cantù.

E chissà che qualcuno, già dalla scorsa settimana, non abbia deciso di girare al largo.

Nel mentre, il lavoro della polizia locale di Cantù - il comandante è Vincenzo Aiello - prosegue come sempre.

Già si è visto come, in quel caso di mattina, il cane antidroga abbia contribuito al rinvenimento di due dosi di hashish al parco Argenti, sabato. Proprio in queste sere, per altro genere di controlli, più ascrivibili all’udito che all’olfatto, gli agenti hanno prestato orecchio a chi è andato ben oltre le mezzanotte con la musica. E, quindi, c’è stata la prima multa, che a breve verrà notificata. Anche se, informalmente, a voce, il bar sarebbe già stato informato.

La sensazione, ad ogni modo, è che, forse anche dopo le passate stagioni di contravvenzioni sul tema, quest’anno i baristi siano anche molto attenti a rispettare il limite.

Quasi superfluo ricordare ai ragazzi, quei pochi che usano impropriamente i muri di alcuni vicoli come toilette, che rischiano anche loro la multa: il nuovo regolamento di polizia urbana prevede anche questo.

Così come per chi gira con bottiglie o bicchieri di vetro o per chi abbandona bicchieri di plastica. Mercoledì scorso, da questo punto di vista, era tutto in ordine.


© RIPRODUZIONE RISERVATA