Mirabello piange Nicola Del Viscio  «Scuola, sport e sociale: un leader»
Nicola Del Viscio

Mirabello piange Nicola Del Viscio

«Scuola, sport e sociale: un leader»

Malato da tempo, è morto a 80 anni. Sindacalista, lavorò in segreteria alla “Tibaldi” di Cantù. Domani mattina il funerale

Se n’è andato in punta di piedi Nicola Del Viscio, di origini pugliesi, 80 anni, simbolo medesimo dell’impegno sociale nel quartiere di Mirabello. Risiedeva con la famiglia in una delle case popolari di via Liguria al numero civico 23.. Malato da tempo lascia la moglie Lucia Tartaglione, oltre ai figli Antonia con Dario, Mara con Mauro, Michele con Milena.

«Nicola ha passato tutta la sua esistenza ad occuparsi delle altre persone - così lo ricorda l’amico Alberto Novati, consigliere comunale e docente del Politecnico di Milano - E’ stato un autentico leader, nel campo della scuola, dello sport, della lotta all’emarginazione giovanile. E’ stato all’avanguardia nel campo della cooperazione sociale, come sostenitore della Cooperativa di Mirabello in via Tiziano 4. Ha appoggiato tutte le iniziative storiche a favore della nostra popolazione, a partire dal Comitato contro la discarica e il forno d’incenerimento. Come dirigente sportivo ha sostenuto la necessità di realizzare un grande centro sportivo tra Mirabello e Vighizzolo e in ciò è stato uno dei padri del Parco della Serenza. oltre che del “Toto Cami”. È stato sindacalista nel campo della scuola e ha lavorato una vita alla segreteria della scuola media “Tibaldi”», ricorda Novati.

I funerali di Del Viscio saranno celebrati domani alle 11 nella chiesa dei Santi Martiri Greci a Miraebllo e saranno preceduti alle 10.30 dal Rosario.


© RIPRODUZIONE RISERVATA