Nuovo palazzetto, Cucciago ci crede  Già iniziati i lavori per l’ampliamento
Iniziano i lavori sui marciapiedi della Provinciale

Nuovo palazzetto, Cucciago ci crede

Già iniziati i lavori per l’ampliamento

Si sta lavorando sulla Provinciale per i marciapiedi “a misura di tifosi”. Intanto è attesa a giorni l’intesa sulla convenzione tra Comune e Pallacanestro Cantù

I lavori, avviati dalla Giunta del sindaco Claudio Meroni, sono stati voluti per migliorare la viabilità di transito. Ma sono stati pensati anche per l’ampliamento del palazzetto Pianella di Cucciago. Con il marciapiede che si sta realizzando in via Cantù in questi giorni, infatti, si dà credito al cantiere che aprirà Red October Italia, concessionaria, di fatto, per conto di Pallacanestro Cantù.

Per il Nuovo Pianella si prosegue a passo deciso anche sul versante dell’iter tecnico. A giorni, infatti, è previsto il deposito della convenzione con il Comune di Cucciago: il documento che sancisce l’utilizzo, anche per quanto riguarda il numero di giornate in cui il municipio potrà usare la struttura, del palazzetto che sarà.

Si procede senza indugi. I lavori del Comune di Cucciago sul proprio territorio sono previsti da tempo. E, in questi giorni, chi è tornato a casa dopo le vacanze, si è reso conto dei primi cambiamenti già avvenuti sulla strada provinciale tra Cantù e Fino. Come già visto nelle scorse settimane, il nuovo paesaggio con i tigli abbattuti, per cedere spazio alla carreggiata: inevitabile, se si voleva realizzare il marciapiede nuovo che in futuro potrà essere calcato anche dai tifosi della Pallacanestro Cantù.

Poi, come notato in questi giorni, anche il senso unico alternato. Dopo il sabato piovoso, si ricomincia domani, lunedì.

Intanto, questione di giorni, e sarà ufficialmente depositata la convenzione con il Comune per il Nuovo Pianella. È stato necessario riscrivere, a livello meramente tecnico, alcuni aspetti. Ma già dopo l’accordo sugli oneri, raggiunto nei mesi scorsi, la strada per il progetto del palazzetto ha iniziato a essere in discesa. Ora, nei primi mesi del 2019, potrebbe quindi avvenire la demolizione del vecchio garage del tifo. Che sarà ricostruito da zero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA