Online la Consulta dell’economia  «Puntiamo ai fondi regionali»
La consegna dei pacchi di aiuti alle famiglie bisognose canturine

Online la Consulta dell’economia

«Puntiamo ai fondi regionali»

Oggi la riunione via web tra le realtà produttive e la consegna delle idee dei negozianti L’obiettivo è attirare i finanziamenti di Milano

Istruzioni per l’uso con le quali provare a uscire dalla crisi che coinvolge non solo le famiglie destinatarie dei pacchi alimentari consegnati dal Comune, ma anche le aziende.

E quindi, da subito, la voglia di esaudire le richieste arrivate in municipio: oggi,lunedì 22 giugno, è l’ultimo giorno per la consegna da parte commercianti e artigiani del questionario per capire come intervenire il prima possibile per ottenere finanziamenti dalla Regione Lombardia.

Oggi, via Internet, alle 17,30 Cantù ritrova la sua Consulta dell’Economia: gli stati generali della città sull’imprenditoria. Orizzonte da crisi economica legata all’emergenza coronavirus ancora da definire.

Un elemento che, come denuncia lo stesso presidente della Consulta Alessandro Marelli, già di per sé rappresenta un pericolo. «C’è un ribasso generale, direi da parte di tutti o quasi, per potersi accaparrare i lavori - riferisce Marelli, che è anche presidente di Confartigianato Como - Tutto questo per poter entrare nei contract, nelle partecipazioni, nelle gare d’appalto. E questo credo che non faccia bene alla qualità dei prodotti, non fa bene al nostro distretto, che ha una nicchia d’alto profilo».

«Si rischia poi, in futuro, di dover ricostruire da zero una nomea per poter riconquistare la fiducia dei clienti e far capire il prodotto».Ad ogni modo, come prima puntata dall’inizio dell’emergenza sanitaria, la Consulta di oggi, con i partecipanti collegati via Internet ciascuno dal proprio ufficio o negozio, affronterà il tema dei bandi della Regione Lombardia, nell’ambito del Distretto urbano del commercio, da poco esteso all’intera città. «Analizzeremo come sviluppare il bando - dice Marelli - per ottenere finanziamenti dalla Regione attraverso l’amministrazione comunale».

(Christian Galimberti)


© RIPRODUZIONE RISERVATA