Palazzetto, altro rinvio a Cucciago  L’apertura ora è prevista nel 2019
Uno dei rendering del nuovo progetto del Pianella eseguito dallo studio Invencta

Palazzetto, altro rinvio a Cucciago

L’apertura ora è prevista nel 2019

Tra un mese la presentazione del progetto del nuovo Pianella: cantiere a fine anno. I residenti temono i nuovi flussi di traffico e si aspetta l’aiuto della Regione per la tangenzialina

È la viabilità legata anche al nuovo Pianella. Mentre la Regione Lombardia promette di pensarci sopra ma non scioglie nessuna particolare riserva sulla possibilità di realizzare la tangenzialina tra Cantù e Cucciago, i residenti di via Canova - a Cucciago - stanno in campana.

Non vorrebbero che la tranquilla strada dietro la provinciale tra Cantù e Fino diventi un’alternativa antitraffico. Ben venga se ci dovranno passare le auto, per gli eventi dell’ampliato palazzetto dello sport.

Meno bene se gli automobilisti tenderanno a usarla anche in altre occasioni. Motivo per cui il Comune di Cucciago è già pronto a pensare alcuni accorgimenti per rendere meno invitante il passaggio sulla strada dietro il palazzetto.

Venerdì sera il Comune ha illustrato il nuovo piano viabilistico legato anche al Pianella. Ha di fatto presentato le due nuove rotatorie, all’altezza del Bar Curti e all’altezza del palazzetto - rispettivamente, davanti a via Fattori e via Vignée - e ha ascoltato la platea presente nella sala consiliare di via Sant’Arialdo.

Sempre in queste ore, Andrea Mauri, amministratore delegato di Red October Italia, ha spiegato il calendario dei lavori per il Pianella. Progetto definito entro un mese, poi i tempi tecnici per le autorizzazioni. E lavori, quindi, non nel corso dell’estate, come preventivato qualche mese fa, ma tra fine anno e inizio 2018. Durata del cantiere: circa un altro anno. Quindi, il palazzetto di Cucciago sarà pronto nel 2019.

Altri dettagli sul giornale in edicola domenica 14 maggio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA