Parcheggi a Cantù, l’appello  «Aprite l’area dell’ex De Amicis»
Il lato destro ex collegio De Amicis su via Enrico Brambilla (Foto by Christian Galimberti)

Parcheggi a Cantù, l’appello

«Aprite l’area dell’ex De Amicis»

Confcommercio sollecita il Comune a dialogare con la proprietà del vecchio collegio. Il vicesindaco Molteni convocherà un tavolo per riorganizzare la sosta in centro

Confcommercio Como chiede ufficialmente al Comune di aprire un confronto con la proprietà dell’ex collegio De Amicis. Il tutto per permettere agli automobilisti di parcheggiare nelle vicinanze di via Matteotti.

Il Comune non esclude nulla: a breve, annuncia il vicesindaco Giuseppe Molteni, Lega, verrà convocato un tavolo per il piano parcheggi. Dove la Giunta valuterà proposte sia interne che esterne. Intanto, le richieste dei commercianti sono diverse. Valorizzare la visibilità degli autosilo del centro. Ma anche, chiedono i negozianti, i posteggi in via Annoni.

E non solo. A chiedere fuori dai denti un confronto tra Comune e la Fondazione ambrosiana per la cultura e l’educazione cattolica, proprietaria dell’ex collegio arcivescovile, è Alessandro Bolla, referente cittadino di Confcommercio Como.

«È auspicabile, da parte del Comune, un confronto con la proprietà - sottolinea - All’ex De Amicis si potrebbero ricavare delle possibilità di parcheggio tra il lato destro di via Enrico Brambilla e via Andina. E anche sul lato sinistro. I parcheggi sono indispensabili».

Altra area, via Annoni: sopra piazza Garibaldi. «Davvero strategica», ricorda Bolla. Ma i commercianti, come già suggerito da Gennaro Novelli, vorrebbero anche l’interno del parco Argenti, lato via Fiammenghini.

In particolare, la zona dove si trova l’area cani. «Si potrebbe realizzare qualche posteggio anche su ghiaia - dice Bolla - Alcuni brutti frequentatori sarebbero scoraggiati dal viavai».


© RIPRODUZIONE RISERVATA