Pasqua per i bambini malati  Già disponibili le uova solidali
Nicole Barile, tre anni e mezzo, con l’hashtag delle malattie rare

Pasqua per i bambini malati

Già disponibili le uova solidali

È la campagna dell’associazione contro le malformazioni degli arti Testimonial la piccola canturina Nicole, in cura negli Usa per problemi a una gamba

Addolcire la Pasqua con l’unico cioccolato che fa bene anche agli altri. È con questa frase che si apre la Campagna di Pasqua Acma 2020, per sostenere la piccola Nicole Barile, la bambina di Cantù di tre anni e mezzo, impegnata nel lungo percorso di fisioterapia e degenza, in Florida, dopo la seconda, impegnativa operazione chirurgica a una gamba negli Stati Uniti d’America.

Acma è l’Alleanza Contro le Malformazioni Degli Arti, creata per Nicole, sede in città, in via Rossini 3 - a Vighizzolo - ma pensata anche per aiutare altri bambini.

Nicole, dalla nascita, combatte contro l’ipoplasia femorale, ovvero le diverse dimensioni delle gambe, e dell’emimelia fibulare, la mancanza di parte del piede. «Abbiamo avuto diversi intoppi in questi quasi tre mesi - riferisce Sabrina D’Amato, la mamma - Come un intervento per una calcificazione alla tibia e un intervento sui denti. Speriamo che il peggio sia passato».

Intanto, è stata avviata la campagna di Pasqua: «Viene seguita dai collaboratori di Acma e dai tanti punti vendita che si sono offerti di aiutarci ancora una volta. Non solo Cantù, ma anche Sesto San Giovanni e Bari. Cerchiamo sempre nuovi punti».

Tre le uova a disposizione: mezzo chilo cioccolato fondente, mezzo chilo cioccolato al latte, 300 grammi cioccolato al latte con peluche. Presto sarà disponibile l’elenco dei punti di distribuzione e le date dei mercatini di vendita.

Intanto, per informazioni, anche via WhatsApp, c’è il numero 340.7242252. L’iniziativa mostra sui volantini anche il logo dell’assessorato alla cultura del Comune di Cantù. I vari contatti: gofundme.com/raccolta-fondi-per-nicole, la mail [email protected], le pagine Fb Il Volo di Nicole e Acma, Instagram acmaonlus. L’idea è che Nicole in futuro possa camminare senza tutore. Come tutti i bambini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA